Venerdí 12 dicembre 2008 alle ore 19,30 (precise) presso il ristorante ‘Casa CARONI‘, Jagerstraat, 8 Den Haag tel. 070 3460370, Erik P. Löffler ci parlerà sul tema: “Artisti italiani in Olanda presso il Rijksbureau voor Kunsthistorische Documentatie“.

L’Istituto Nazionale di Storia dell’Arte (RKD) de L’Aia è nel suo genere il più importante del mondo, con sei milioni di immagini, cinquecentomila libri e due chilometri di archivi. La collezione riguarda sia arte olandese che straniera, e sia antica che moderna. Nella sua conferenza Erik Löffler ci darà in primo luogo un’immagine generale delle attività del suo istituto, ed anche dell’uso che noi stessi come ‘utenti privati’ possiamo fare dei diversi servizi offerti dall’RKD. In seguito ci parlerà di artisti italiani che, a partire dal Rinascimento, hanno scelto proprio l’Olanda come luogo dove svolgere le loro attività professionali. Esempi sono ‘Jacobus’ (Giacomo) Bollina, che nel ‘700, come molti suoi connazionali, viaggiava per l’Europa per realizzare soffitti a stucco, Giovanni Antonio Pellegrini che ha realizzato i dipinti nel Mauritshuis, o Giovanni Costetti che, nel 1930 per ragioni politiche, ha lasciato l’Italia per stabilirsi ad Utrecht, dove si guadagnava da vivere dipingendo ritratti. Note biografiche
Erik P. Löffler è Conservatore dei Disegni e delle Stampe al Rijksbureau voor Kunsthistorische Documentatie dell’Aia (nell’edificio della Biblioteca Reale, http://www.rkd.nl). Erik Löffler è cresciuto a Grottaferrata (Castelli Romani); suo padre lavorava per l’ESA nella vicina Frascati (ESRIN). Ha in seguito studiato storia all’università di Utrecht; lavora all’RKD dal 1997. Le sue relazioni e pubblicazioni dell’ultimo decennio riguardano soprattutto il disegno e la topografia. I seguenti titoli riguardano l’Italia:

– ‘De invloed van de Italiaanse hoge Renaissance op de Noord-Ne­derlandse classicistische architectuur (1625-1675)’, Incontri 1995/2, p. 71-80

– ‘In de ban van Italië’ (recensione dell’esposizione all’Amsterdams Historisch Museum), Incontri 1995/2, p. 97-100

– ‘Theodor Vercruys (ca.1680-1739), een vergeten Nederlandse kunstenaar in Florence’, Oud Holland 114 (2000), p. 195-222.

Vi chiederemo, come al solito, di voler partecipare ai costi della serata con 5 € a persona. Al termine chi lo desidera può rimanere a cena con noi. Come al solito abbiamo negoziato, per la cena, un prezzo accettabile. Vi preghiamo di farci sapere il più presto possibile se desiderate partecipare alla conferenza, ed in particolare se pensate di rimanere a cena, mettendovi in contatto con: la segreteria di Forum, tel. 06 51557075, Luca Bernardi (lbernardi@epo.org, Tel 070 3404835), Nildo Ciarelli, (nciarelli@epo.org), Alessandro Argentini, (aargentini@epo.org ,Tel. 070-3403298, Cell. 06-53281056, Fax 070 3960574).